Apache OpenOffice vs LibreOffice: quale suite per ufficio è migliore?

Tutti noi utilizziamo le diverse possibilità esistenti in materia di suite per ufficio e, sebbene ovviamente il più famoso sia il Microsoft Office installato di default nei sistemi operativi Windows della società Redmond, la verità è che per motivi diversi In altre occasioni, potremmo voler trovare alcune buone alternative sul mercato, tra le quali spiccano ad esempio Apache OpenOffice o LibreOffice , che oltre a questo, sebbene ce ne siano anche altre, sono generalmente postulate come le due migliori suite per ufficio opzionali a quello di Microsoft. Ora, se siamo tra loro, con chi dovremmo stare e in quali aspetti differiscono?

Apache OpenOffice vs LibreOffice: quale suite per ufficio è migliore? 1

Apache OpenOffice vs LibreOffice

La prima cosa da notare è che entrambe le suite per ufficio provengono direttamente dal lavoro della gente di OpenOffice.org e, infatti, in precedenza avevamo anche l’opzione Oracle Open Office, anche se non è più disponibile . Tornando a quelli che sono, dobbiamo dire che sebbene mantengano molti elementi in comune come è logico, allora hanno anche marcate differenze in alcuni aspetti, ed è per questo che vogliamo mostrarti quali elementi prendere in considerazione per differenziarli.

Parlando in modo più concreto di entrambi, dobbiamo dire che queste due ottime opzioni nelle suite per ufficio sono completamente gratuite per il download e sempre aggiornate. Possono essere utilizzati perfettamente in tutti i normali computer e sistemi operativi, come Windows, Linux o Mac , e sostanzialmente ci offrono gli stessi strumenti della suite per ufficio predefinita, da Word, PowerPoint, Excel e ciascuno Le sue funzioni più conosciute .

Quando analizziamo i suoi creatori e editor di testo, l’equivalente di Word, possiamo vedere come una piccola differenza che OpenOffice mostra una barra laterale che ha un numero enorme di funzioni e che facilita le attività, e sebbene in LibreOffice non provenga di default, possiamo anche determinarlo da Strumenti, Opzioni, Avanzate ; quindi l’unica differenza tra i due è il soggetto che viene di default, che già si colloca in materia di gusti piuttosto estetici o visivi.

D’altra parte, un problema particolarmente interessante per gli scrittori come uno che deve sempre rivedere la quantità di parole, è che in LibreOffice troviamo un contatore di parole automatico nella barra di stato che si trova nella parte parte inferiore dello schermo . Invece, in OpenOffice per impostazione predefinita, per vedere il numero di parole scritte, dobbiamo andare su Strumenti, Conteggio parole. Come nel caso precedente, possiamo ancora determinarlo per salvarci questo problema trascinando la funzione sulla barra di stato.

 

In ogni caso, come avrai visto, queste sono due esperienze in suite per ufficio gratuite davvero interessanti, che replicano la maggior parte delle funzioni di Microsoft Office e che, al di là di alcune piccole differenze tra loro, non possiamo smettere di raccomandarle per utenti, anche i più esigenti.

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento