Come bloccare le pagine Web in Google Chrome? [MOLTO facile]

Google ha migliorato la sua identificazione e rimozione di siti Web indesiderati dalle sue pagine dei risultati di ricerca.

Ma a volte i siti non così utili riescono a scorrere i filtri di Google. Cosa puoi fare per impedire che questi siti vengano visualizzati nei risultati di Google?

Google offre un plug -in di Chrome facile da usare chiamato Elenco di blocco personale che ti consente di bloccare interi domini in modo che non vengano visualizzati nei risultati di ricerca di Google.

Blocco dei siti a livello di browser

Se trovi un sito Web non pertinente nelle pagine dei risultati di ricerca , fai semplicemente clic sul link di blocco (schermata seguente) e tutte le pagine di quel sito Web saranno nascoste per sempre dai risultati di Google.

Il plug-in di Chrome implementa il filtro lato client: i siti Web bloccati sono ancora pubblicati nei risultati di ricerca di Google come prima e il plug-in li nasconde semplicemente sullo schermo tramite CSS.

Una limitazione con questo approccio è che funziona solo con Google Chrome. Cioè, se stai cercando su Google all’interno di Firefox o forse sul tuo cellulare, i filtri del sito che hai creato in Chrome non saranno disponibili per te.

Siti bloccati per account

Google Google offre anche un pannello di controllo Web per bloccare manualmente i siti Web di spam, un URL alla volta. È possibile aggiungere fino a 500 siti Web diversi all’elenco bloccato.

Google non visualizzerà le pagine di nessuno dei siti inclusi finché si accede con il proprio account Google. Questa è la promessa, ma sfortunatamente questa soluzione sembra non funzionare più.

Ricerca Google con un filtro globale

Se desideri creare un “filtro globale” per i risultati di ricerca di Google che funzioni con tutti i browser, inclusi i dispositivi mobili, puoi utilizzare la Ricerca personalizzata di Google (CSE).

CSE, se nuovo, è Google, tranne per il fatto che è destinato alla ricerca di un set più piccolo di siti Web e non dell’intera Internet. Ora ecco un piccolo trucco.

Puoi eseguire una configurazione inversa in modo che Google CSE effettui ricerche su Internet , ad eccezione dei siti Web che ritieni inutili. Ecco come configurarlo in 2 minuti.

  • Supponendo che tu abbia bloccato i siti Web con il plug-in Personal Blocklist in Chrome.
  • Fai clic sull’icona BlockList nella barra degli strumenti di Google Chrome.
  • Seleziona “Esporta” per scaricare l’elenco di tutti i siti che hai bloccato.
  • Fai clic qui per creare un motore di ricerca personalizzato.
  • Dagli un nome, una descrizione e nella sezione “Siti da cercare”.
  • Inserisci tutti i TLD più diffusi (come * .com, * .org, ecc.) Uno per riga.
  • Fai clic su Avanti per salvare le modifiche.
  • Avrai un’opzione per testare il tuo CSE.
  • Fai di nuovo clic su Avanti e, in questa schermata, fai clic sul link “Includi più siti”.
  • Qui è dove entrerai nella lista dei siti Web “cattivi”.
  • Saranno bloccati nei risultati di ricerca di Google.
  • Scegli Escludi siti -> Escludi siti in blocco e inserisci tutti i domini che devono essere rimossi dai risultati di ricerca di Google.
  • Puoi persino copiare e incollare l’elenco di Chrome Block qui.
  • Salva le modifiche e il tuo motore di ricerca Google “pulito” è pronto.
 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento