Come caricare un’immagine su Google?

Le immagini offerte da Google Immagini sono quasi infinite. Queste immagini provengono da molte pagine Web, siti, archivi pubblici, ogni social network o marchio pubblico di ogni pagina esistente su Internet e caricata da qualcuno nel mondo. Non sorprende che molte persone, quando cercano un’immagine particolare, finiscano per usare più immagini trovate da Google che con un altro motore di ricerca.

Il che lascia le persone perplesse. E, per molti creatori di contenuti con la domanda su cosa devo fare affinché le mie immagini vengano trovate in Google Immagini ?

Per rispondere a questa domanda, questo articolo presenta la seguente guida per pubblicare immagini di dominio e pubblico che potrebbero apparire nei risultati di Google Immagini . Si risponde anche alla domanda su come funziona questo motore di ricerca per trovare ogni immagine e su come rendere la nostra immagine uno dei risultati di tali ricerche.

Pertanto, chiunque sarà in grado di trovare i nostri contenuti multimediali come immagini all’interno di Google Immagini, in modo rapido e semplice.

Assicurarsi che il nome dell’immagine sia pubblico

Google Immagini funziona e lavora alla ricerca dei risultati delle tue immagini da varie pagine Web che potrebbero esistere nel mondo. Queste immagini sono originali, create e caricate da persone.

Le persone non possono caricare direttamente le loro immagini direttamente. Google si occupa di quest’ultimo: analizzare, ordinare e posizionare le immagini in modo che i risultati siano i migliori, in ogni ricerca dell’utente. Per fare ciò, è necessario caricare l’immagine e assicurarsi che sia pubblica .

In questo modo, Google può prendere questa immagine, accanto al sito Web da cui proviene e posizionarla come uno dei milioni di risultati che appaiono su di essa. Ricorda, l’immagine è e deve essere di dominio pubblico in modo che possa essere presa in considerazione.

Come caricare un'immagine su Google? 1

Il nome è essenziale

Quando cerchiamo un’immagine, inseriamo la parola nel motore di ricerca e appare il risultato che vogliamo. Pertanto, è importante inserire il nome del file fotografico e facilitare così l’ordinamento e la ricerca del motore di ricerca di Google Immagini , dare la priorità e posizionarlo correttamente.

Fai descrizioni ed etichette esatte sulla tua immagine

È importante inserire buone descrizioni nella nostra immagine, accompagnate da parole chiave in modo che il posizionamento della nostra immagine sia una priorità per Google Immagini. Nelle banche di immagini come Flickr, Foter, Shuttertock , le descrizioni sono poste sotto forma di etichette.

Sii paziente e goditi la tua immagine!

Dopo aver eseguito tutte le procedure, dobbiamo essere pazienti. Il repository di immagini di Google non è così veloce da riconoscere e utilizzare la nostra immagine. Ci vogliono giorni per indicizzare le fotografie e anche per apparire negli ultimi risultati.

Prova a cercare la tua immagine dopo che è trascorso un periodo di 7 giorni. E prova a cercare in ogni pagina, perché è probabile che appaia e finisci per vedere l’immagine che hai condiviso in Google Immagini.

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento