Come creare Multiboot su diverse distro Linux?

Essere in grado di creare un file di installazione automatica su un dispositivo Linux o alcune delle sue varianti. Avremo bisogno di alcune conoscenze, perché è diverso dagli altri sistemi operativi. Successivamente, spiegheremo come sviluppare un file installabile con il formato .deb.

File eseguibili con pacchetti DEB in derivati ​​Linux, Ubuntu – Debian – Menta

Se vogliamo distribuire un’applicazione su Linux ed è basata su Debian, dovremo impacchettarla in formato .deb . Qual è il tipo di formato attribuito ai pacchetti Debian. Ora, l’unica domanda che dovremmo sapere prima di iniziare il nostro progetto è che i pacchetti .deb non installano risorse esterne .

Quindi, se vogliamo o dobbiamo installare un database esterno, sarebbe molto più consigliabile utilizzare un altro server. Come potrebbe essere il servizio MySQL , che con la sua particolarità di SQLITE consente di installare database esterni nel sistema.

Iniziamo, quindi, nel sistema operativo Linux, i file eseguibili ” sh ” sono installati come standard nella cartella: ” / usr / bin “. Ma questo può essere modificato su decisione dello sviluppatore. Allo stesso modo, gli eseguibili installano anche le loro librerie nella cartella: ” / usr / lib “. E l’icona per poter integrare il menu dell’applicazione nella cartella: “ / usr / share / cartella-installazione ”.

Il risultato è una sintassi del codice così com’è:

/usr/bin/aplicación.sh -Script sh eseguibile o run-
/usr/lib/aplicación/aplicacíon.jar -jar Run java-
/ usr / lib / app / librerías_ aplicación.jar diversi – -librerías
/ usr / share /doc/aplicación/icono.gif -ava application icon-

Come creare Multiboot su diverse distro Linux? 1

Successivamente, apriremo un esploratore di file e allo stesso modo, creeremo una nuova cartella dell’applicazione . Inoltre, dobbiamo tenere presente che questa cartella deve essere facile da trasferire dal nostro terminale. Questo con l’intenzione di iniziare a creare la nostra struttura dell’applicazione di installazione.

Creeremo all’interno della nostra cartella dell’applicazione, un’altra con il nome: DEBIAN. E al suo interno, creeremo un nuovo file di testo senza alcuna estensione. Questo file si chiamerà: ” control “. Perché questo file avrà le descrizioni e le specifiche che verranno mostrate all’utente.

Un esempio del contenuto di questo file potrebbe essere il seguente:

  • Pacchetto: applicazione
  • Versione: 12.0
  • Sezione: documentazione
  • Priorità: facoltativa
  • Architettura: tutto
  • Maintainer: Pedro-Gonzales-JR < appli[email protected] >
  • Dimensioni installate: 171
  • Descrizione: qualunque sia la descrizione che vogliamo inserire nel pacchetto.

(Nel caso abbiate bisogno di più righe per spiegare la descrizione del pacchetto. Assicuratevi che l’inizio di ciascuno sia rappresentato da uno spazio, perché altrimenti l’applicazione lo rileverà come un altro campo).

Il prossimo passo che eseguiremo consiste nel copiare tutti i file che l’applicazione in cui lavoriamo ha copiato . O nel caso in cui si tratti di un’applicazione Java, dovremo copiare il file .jar. E poi li inseriremo nella cartella: application / usr / lib / application

E poi, creeremo un nuovo elemento nella cartella chiamata: application / usr / bin . Un file di testo che chiameremo: ” application.sh “. Con lo script bash che mostreremo di seguito e che sarà incaricato di indicare l’indirizzo del file eseguibile:

 #! / bin / bash

 ( Ecco uno spazio vuoto )

 java -jar /usr/lib/aplicación/aplicación.jar

Continuiamo a dare i permessi di esecuzione alla nostra applicazione con il comando: chmod + x application.sh e allo stesso modo, assegneremo all’applicazione un’icona, mettendola nella cartella: application / usr / share / hello-world .

Per continuare con la creazione del nostro file eseguibile, creeremo un file con le caratteristiche specifiche dell’installazione. Questo dovrà essere all’interno della cartella: application / usr / share / applicazioni . Lo chiameremo ” applicazione ” e inseriremo all’interno:

[Voce desktop]

Codifica = UTF-8

Nome = Applicazione

Comment = (Commenti sulla nostra applicazione)

Exec = / usr / bin / application

Icona = / usr / share / application.png

Terminale = falso

Tipo = Applicazione

Categorie = Istruzione; Documentazione; Altro

StartupNotify = true

E ora, il prodotto finale della nostra creazione può essere visualizzato da noi nel terminale. E il nostro file .deb è diventato un programma di installazione completo e perfettamente funzionante. Essere in grado di condividerlo con altre persone o utenti Linux che desiderano ottenere il nostro prodotto.

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento