Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo

Per molte applicazioni e strumenti spaziali che installi sul tuo telefonino, non stai ancora sfruttando il 100% delle sue capacità. I produttori spesso limitano l’accesso degli utenti all’intero sistema operativo Android , in modo che determinate applicazioni non vengano modificate.

Questo è il motivo per cui molti prendono la decisione di eseguire il jailbreak, o il root del proprio dispositivo Android, in modo da poter avere un accesso da superutente o qual è lo stesso; Rimuovere le limitazioni del sistema . Tuttavia, nonostante i grandi vantaggi, ciò rappresenta anche un grande rischio.

In questo articolo ti insegneremo come rilasciare i limiti del tuo Android con i metodi più semplici , oltre a aiutarti a capire cosa significa tutto questo per il tuo terminale e ad analizzare se vale la pena apportare la modifica o meno.

Che cos’è un utente root e a cosa servono questi tipi di profili?

Essere un utente root significa avere la totale libertà di modificare e personalizzare il sistema operativo Android . Questo ha la chiave per fare praticamente tutto all’interno del sistema operativo, il che si traduce in un migliore utilizzo delle funzionalità del dispositivo e di essere in grado di controllare tutto ciò che fa.

Tuttavia, un grande potere implica una grande responsabilità e devi usare queste libertà con intelligenza, altrimenti corri il rischio di danneggiare il tuo hardware mobile se prendi decisioni senza pensare alle conseguenze. Questo è il motivo per cui molte altre persone preferiscono rimanere nella sicurezza dell’utente normale anziché effettuare il rooting del proprio telefono.

Cosa possiamo fare come super utenti Android? funzioni

Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo 1

Come ti abbiamo detto, avere un profilo di superutente su Android equivale a rimuovere i limiti del sistema operativo, ma cosa significa veramente? Cosa intendiamo per rimuovere le limitazioni e quali sono queste limitazioni?

Sia Android che altri sistemi operativi mobili hanno alcune applicazioni che non possono essere rimosse e stabiliscono alcune limitazioni nei loro vantaggi. Ad esempio, il sistema è programmato in modo che la RAM non funzioni mai oltre il 60% o il 70% della sua capacità , il che significa che come utente normale, non si può mai godere del 100% della capacità della RAM, il che accade anche con il processore

Consigliato per te:Come usare i nuovi adesivi di WhatsApp Messenger su Android e iOS? Guida passo passo

Avere un utente root su Android ti permetterà di fare cose come quelle spiegate di seguito:

  • Disinstalla le applicazioni protette dal sistema : come hai già notato, sul tuo cellulare ci sono alcune app che sebbene non le utilizzi affatto, non possono essere rimosse perché sono collegate al sistema operativo. Tanto che anche se ripristini il sistema o esegui un hard reset, sono ancora lì. Con un utente root è possibile modificarlo e rimuoverlo completamente, nonché stabilire nuove applicazioni protette.
  • Installa ROM : le ROM sono applicazioni create da sviluppatori indipendenti che possono fornire nuove funzionalità al tuo cellulare. Sono un ottimo modo per rigenerare e dare nuova aria al tuo dispositivo e puoi installarli con un utente root.
  • Personalizzazione: c’è chi ama avere il controllo totale sull’aspetto della propria interfaccia Android, un’abilità che è possibile solo come superutente.
  • Ottimizzazione dell’hardware: eseguendo il rooting del cellulare è possibile avere il controllo completo sulle prestazioni e decidere le prestazioni della RAM, la frequenza con cui il processore ruota e persino espandere la memoria interna con una MicroSD.

Quali sono i rischi del rooting di un Android per essere superutente?

Se è così bello eseguire il root , perché non tutti eseguono il root del proprio cellulare? Questa potrebbe essere la domanda che ti stai ponendo in questo momento.

La realtà è che questa decisione ha anche i suoi svantaggi e di solito sono grandi quanto i benefici:

  • Puoi danneggiare il cellulare : quella libertà di ottimizzare le prestazioni dell’hardware deve essere usata con consapevolezza, perché altrimenti corri il rischio di rovinare alcuni componenti importanti per il funzionamento dello smartphone, e una volta che ciò accade non è possibile girare dietro.
  • Senza applicazioni Google : molte delle applicazioni nel pacchetto Google saranno disabilitate poiché non funzionano su dispositivi mobili con root. Ciò include principalmente il Google Play Store, il che significa che non sarai in grado di installare alcuna app ufficialmente e di solito dovrai ricorrere agli APK.
  • Perdita della garanzia : alcuni produttori di solito revocano la loro garanzia di cellulari con root, quindi se questa è la tua casa perderai il supporto dello sviluppatore, il che è uno svantaggio considerevole.
  • Vulnerabilità della sicurezza : dovendo installare app di origini sconosciute, si corre il rischio che vengano ospitati alcuni dei virus che compromettono la privacy dei dati.

Cosa dovremmo considerare prima di decidere se eseguire il root o meno del nostro smartphone?

In questo momento è possibile che tu sia ad un vero incrocio e ti chiedi se vale davvero la pena fare il root del tuo cellulare o è meglio non correre questi rischi. La realtà è che la decisione deve essere presa sulla base di due fattori molto importanti: i vantaggi del tuo attuale cellulare e le tue esigenze come utente .

Consigliato per te:Come configurare e collegare un account Microsoft Outlook con Google Gmail? Guida passo passo

I vantaggi del tuo cellulare sono un fattore importante qui, perché sostanzialmente determineranno il salto di qualità che farai dopo il rooting. Se hai una fascia media dal 2018 in poi , hai un dispositivo con tra 3 GB e 4 GB di RAM, un processore con un massimo di 8 core e una memoria di almeno 32 GB, funzionalità che non molto tempo fa erano di fascia alta.

Un cellulare di queste caratteristiche non è nemmeno così lontano dall’attuale fascia alta, quindi correre il rischio in un tale terminale sarebbe abbastanza spericolato , il salto di qualità sarà alto, ma non sarà come avere un altro dispositivo.

Tuttavia, se hai un team dal 2015 al 2017, con 2 GB di RAM e un processore a 4 core , potrebbe valere la pena correre il rischio, dal momento che con un utente root puoi letteralmente dargli una nuova vita e non non hanno nulla da invidiare all’attuale gamma media.

D’altra parte, ci sono le tue esigenze come utente e cosa ti aspetti da root. Se sei l’utente medio che utilizza solo telefoni cellulari per parlare con gli amici e controllare i social network, in realtà non hai molti motivi per eseguire il root . Se invece stai cercando più potenza in modo che lo smartphone possa eseguire un gioco meglio, potresti avere una ragione migliore .

Come preparare il nostro Android per effettuare correttamente il rooting?

La realtà è che il rooting del nostro Android è attualmente una delle cose più semplici da fare grazie alle numerose applicazioni esistenti.

Tuttavia, ci sono alcuni processi precedenti che dobbiamo eseguire prima di iniziare il rooting:

  • Sistema di backup . La cosa più sensata prima di eseguire un processo così rischioso è fare un backup del sistema operativo e di tutti i file importanti che sono stati memorizzati.
  • Assicurarsi che la batteria sia carica al 100% poiché un arresto a causa della mancanza durante il processo sarebbe fatale.
  • È necessario sbloccare l’OEM e abilitare il debug USB. Puoi farlo facilmente in «Impostazioni»> »Informazioni»> »Informazioni sul software», dove devi semplicemente attivare e disattivare gli interruttori corrispondenti a ciascuna opzione.
  • Scarica gli strumenti per sviluppatori da Google . Questi saranno necessari per poter eseguire il root del cellulare. Sono sul sito ufficiale degli sviluppatori Android e puoi scaricarli sia per Windows che per MacOS e Linux.

Consigliato per te:Come liberare spazio in Gmail per ricevere nuove e-mail e file nella tua casella di posta? Guida passo passo

Sblocca il bootloader

Un’altra cosa che dovresti fare e che è un processo leggermente più specifico, è sbloccare lo starter di avvio del sistema operativo.

Puoi farlo come segue:

  • Collegare il telefono al computer tramite USB e accenderlo in modalità avvio rapido
  • Ora apri il terminale del tuo computer e premi «Shift + Rick Click», quindi seleziona «Apri un comando di sistema qui».

Ora nella console del computer è necessario scrivere un comando che varia in base al produttore. Devi scoprire qual è il tuo e scriverlo sul terminale del computer e avrai sbloccato il bootloader.

Passaggi per eseguire il root di uno smartphone Android ed eliminare i limiti del sistema operativo

Una volta che hai fatto tutti i preparativi, è il momento di iniziare il rooting del tuo cellulare facilmente e rapidamente. Al momento ci sono dozzine di applicazioni che rendono questo processo un compito molto semplice, ma prima di sceglierne uno devi considerare la versione del tuo sistema operativo.

Alcuni dei metodi che presentiamo di seguito sono disponibili per Android versioni 5.0 o precedenti , mentre con altri puoi eseguire il root fino alla versione 8.0 del sistema operativo . Al momento non è possibile eseguire il root di Android 9 e versioni successive perché non esiste un’applicazione in grado di farlo.

Con KingROOT

“AGGIORNATO ✅ Devi eseguire il root del tuo Android per ottenere un profilo utente senza limitazioni? ⭐ ENTRA QUI ⭐ e scopri come farlo ✅ FACILE e VELOCE ✅”

Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo 2

Una delle migliori applicazioni per il root che puoi usare se hai un cellulare con Android 5.0 o versioni precedenti. Ti fa risparmiare un sacco di mal di testa poiché è compatibile praticamente con tutti i modelli e produttori con quelle versioni del sistema operativo. Inoltre, il processo di rooting è estremamente semplice:

  • Scarica l’APK KingROOT e installalo sul tuo dispositivo, quindi riavvialo.
  • Ora avvia semplicemente l’app e tocca «Avvia».
  • È necessario attendere fino a quando il processo raggiunge il 100% e successivamente il lavoro sarà completato.

Scarica l’APK di KingROOT per Android

Con un clic radice

Questa è la seconda opzione che hai per un rooting facile e veloce. Come suggerisce il nome, con esso puoi facilmente eseguire il processo con un solo clic, risparmiando molti problemi. La cosa migliore è che con esso puoi rilasciare dispositivi con sistemi Android 8.0 o inferiori , essendo uno dei più potenti a tale riguardo.

Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo 3

Tuttavia, è compatibile solo con un breve elenco di dispositivi come: Xiaomi, Samsung, Motorola, HTC, SONY e altri marchi molto commerciali, quindi se hai un modello di un produttore poco noto potresti non essere in grado di usarlo . Se per caso puoi farlo i passaggi sono molto semplici:

  • Scarica One Click Root sul tuo computer e collega il dispositivo tramite USB dopo aver attivato il suo debug.
  • Esegui il programma e fai clic su “Start”, in modo che il software inizi a fare il suo lavoro.

Consigliato per te:Come avere internet gratis sul tuo smartphone e tablet Android? Guida passo passo

Assicurati di avere una connessione Internet stabile in modo che non ci siano interruzioni nel processo. Una volta che l’avanzamento è al 100%, il tuo cellulare verrà rootato.

Scarica l’APK Android One Click Root

Elenco delle migliori applicazioni e programmi per eseguire il root di un dispositivo mobile Android efficace al 100%

Ora sai come eseguire il root dei dispositivi vecchi e nuovi con Android, ma quelle due opzioni che presentiamo non sono le uniche. La realtà è che ci sono molte app che possono aiutarti a creare una radice efficace e le presenteremo ora:

iRoot

Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo 4

Un’applicazione ampiamente utilizzata per il jailbreak nei terminali cinesi di marchi sconosciuti in Europa e in America Latina. Il suo funzionamento è molto semplice e ti permetterà di eseguire il rooting in meno di 1 minuto. Disponibile per funzionare con le versioni di Android 6.0 o precedenti , anche se per installarlo sullo smartphone dovrai avere Android 5.0 o successivo, altrimenti dovrai farlo dal computer.

Scarica l’APK di iRoot per Android

Framaroot

Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo 5

Questa è un’app utilizzata per funzionare con i vecchi telefoni con Android da 2.0 a 4.0 in particolare. Con esso puoi eseguire facilmente il processo dal dispositivo stesso , quindi salterai molti dei passaggi che abbiamo spiegato sopra. Devi solo installare il suo APK ed eseguirlo, il resto è fatto da solo.

Scarica l’APK di Framaroot per Android

Kingoapp

Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo 6

Una delle migliori e più potenti alternative attualmente esistenti perché ti consente di eseguire il jailbreak nei cellulari moderni con versioni di Android tra 4.0 e 8.1, con il supporto di una vasta gamma di produttori e modelli riconosciuti a livello internazionale .

Scarica l’APK di Kingoapp per Android

vroot

Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo 7

Questo è uno strumento poco conosciuto ma ampiamente utilizzato per lavorare con i terminali in Cina, quelle copie economiche che hanno guadagnato tale fama negli ultimi anni. Con esso puoi sbloccare terminali di produttori poco noti con versioni moderne e precedenti di Android. È necessario verificare la compatibilità con la versione prima di utilizzarla .

Scarica l’APK di VRoot per Android

BaiduRoot

Come eseguire il root del mio telefono Android per eliminare le limitazioni del sistema operativo? Guida passo passo 8

Chiudiamo con questa eccellente app che ti permetterà di sbloccare i terminali con i sistemi Android da 2.2 a 4.4, con una gamma di oltre 8000 modelli compatibili, essendo uno dei più vari in quel senso. Quindi sostanzialmente non ci sarà un terminale su cui non puoi effettuare il root .

Scarica l’APK di BaiduRoot per Android

In caso di domande, lasciarle nei commenti, ti risponderemo al più presto e sarà sicuramente di grande aiuto per più membri della community. Grazie!

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento