Come gestire le filiali in GIT?

Se sei un programmatore o sei interessato a realizzare il tuo progetto utilizzando gli strumenti forniti da GIT . Allora sei sicuramente venuto ad ascoltare o a leggere in qualche angolo di Internet su Branches. Questi sono uno strumento molto particolare e molto utile quando si lavora in GIT.

I rami sono rami in negozio o anche chiamato repository del nostro progetto . Comprendendo in altre parole, un Branch è semplicemente un altro percorso da intraprendere per il nostro progetto, diverso da quello principale. Consentire ai propri utenti di eseguire attività o test che non influirebbero direttamente sul progetto. Ma servono come un saggio per essere in grado di verificare che il codice scritto sia funzionale in modo che il codice scritto sia funzionale, fungono da saggio . Nel caso in cui non abbia funzionato, questo codice verrebbe semplicemente scartato senza influire sul prodotto iniziale. Ora, nei paragrafi seguenti verranno spiegati i motivi e le modalità di utilizzo della Filiale.

Come gestire le filiali in GIT? 1

Perché stiamo usando Branches?

Se sei un normale utente GIT, probabilmente hai capito che l’uso di Branches non è essenziale. Questo perché quando una singola filiale viene gestita e le attività vengono svolte da una sola persona. Non è necessario gestire più rami.

Ma, questo caso può essere modificato, diverse persone possono essere incluse nello sviluppo. O addirittura, potrebbero aver bisogno di un test che potrebbe danneggiare la struttura del progetto. In questo caso in cui verranno eseguiti ” trys ” di caratteristiche sperimentali, può essere necessaria l’implementazione di Branch.

In realtà alcuni utenti di GIT possono affermare che la cosa giusta sarebbe fare un fork del progetto che si sta realizzando. E quindi implementare le misure sperimentali per vederne il risultato. Includere successivamente questo miglioramento nella forcella precedentemente fabbricata o scartarla in caso di controproducenza.

Sì, questa è davvero una misura praticabile , ma si traduce anche in un lavoro abbastanza lungo e probabilmente non necessario. Perché semplicemente includendo una nuova filiale nel progetto possiamo sperimentare tutto ciò che vogliamo . E nel caso in cui le modifiche apportate non siano di nostro gradimento, non accade nulla, semplicemente non ci uniamo alla succitata Filiale.

Ma se consideriamo che le modifiche apportate a questo Branch possono essere di beneficio al nostro progetto. Dobbiamo solo unirci o fonderci con il ramo principale e il gioco è fatto! Abbastanza più facile e veloce dell’altro modo , giusto?

Ora, entrando un po ‘di più nella possibilità che ci siano due persone che lavorano allo stesso progetto. Esiste una grande possibilità che sorgano conflitti nei codici che scrivono. Ovviamente due cervelli non pensano o si comportano esattamente allo stesso modo.

In questo modo GIT presenta nuovamente la sua grande capacità di sviluppare progetti di gruppo . Perché potrebbe essere generata una struttura con tre diversi rami . Agli sviluppatori verranno assegnati due in modo che possano lavorare individualmente. E un terzo sarebbe il ramo principale o unificatore.

Consentire a ciascuno degli sviluppatori di lavorare al proprio ritmo e creare il proprio codice sotto la propria autonomia. E poi, quando è stato verificato che il codice è funzionante . Questi Branch appartenenti agli sviluppatori verrebbero incorporati nel Branch unificante.

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento