Come sapere quali sensori ha il mio cellulare?

Tutti noi portiamo un cellulare almeno per buona parte della giornata, e indipendentemente dal fatto che ci sia costato 100 o 1000 euro, la verità è che uno di questi dispositivi è costituito da un numero enorme di sensori di tutti i tipi che ti consentono Lavora in molti modi. Naturalmente, questi problemi tecnici o hardware spesso passano inosservati agli utenti, ma in questo articolo volevamo mostrarti quali sono i principali sensori e come conoscerne l’esistenza.

La prima cosa che vedrai è che ci sono molti più sensori in quantità di quanto si possa immaginare, ma a ciò devi aggiungere che è difficile conoscerli a meno che non abbiamo un’applicazione appositamente sviluppata per questo. Naturalmente, abbiamo anche l’app che ti serve, ovviamente.

Come sapere quali sensori ha il mio cellulare? 1

Conoscere i miei sensori mobili

  • Accelerometro : l’accelerometro è uno dei principali sensori che uno smartphone può avere, in particolare perché è responsabile della misurazione dell’accelerazione che il telefono ha riguardo alla forza di gravità, per conoscere i movimenti e l’orientamento del dispositivo. Pertanto, tutte le applicazioni per le quali i nostri movimenti sono fondamentali, come i giochi in cui devi inclinare il cellulare per piegarlo, lo usano.
  • Giroscopio : un altro dei sensori più importanti che possiamo trovare nel nostro smartphone. Il giroscopio è stato appositamente sviluppato per permetterci di ruotare lo schermo. Ma ha anche alcune funzioni aggiuntive per quanto riguarda la realtà virtuale, sempre in termini di posizione dell’utente.
  • Magnetometro : anche se è probabile che la maggior parte degli utenti non stia cercando campi magnetici intorno a noi, con questo sensore possiamo rilevarli. A sua volta, se utilizziamo la funzione bussola, questo sensore è essenziale.
  • Prossimità : i sensori di prossimità sono inclusi in tutti i telefoni cellulari, anche in alcuni dei più vecchi, poiché consentono al dispositivo di rilevare la vicinanza di altri. Quando porti la mano sullo schermo e il messaggio vocale di WhatsApp viene interrotto, è proprio a causa di questo sensore.
  • Sensore di luce: molte persone non hanno interesse a utilizzare una luminosità extra sul proprio schermo mobile, che consuma anche più batteria di quanto raccomandato. Ecco perché programmiamo il dispositivo per adattare la luminosità del pannello alle nostre esigenze in base alla luce che ci circonda. Come sapere il telefono che siamo illuminati? Grazie a questo sensore
  • Barometro : il barometro è uno dei sensori che non tutti gli smartphone hanno davvero. Di solito si trova solo nei dispositivi di fascia alta, che hanno la possibilità di misurare la pressione atmosferica. Per quale motivo? Per avere maggiori dettagli sulla posizione, e quindi sul GPS.
  • Termometro : molte volte possiamo vedere il classico messaggio che il nostro smartphone ha una temperatura più alta di quanto raccomandato. Non è che il dispositivo lo rilevi, ma lo sa perché ha un termometro interno che ti informa della temperatura del nucleo dell’apparecchiatura. L’idea è che il dispositivo non subisca danni di alcun tipo.
  • Umidità : molte volte i sensori di umidità sono essenziali per gli utenti che svolgono attività fisica o per applicazioni e piattaforme che cercano di ottenere informazioni sul benessere delle persone.
  • Pedometro : essenziale per le persone che escono per fare esercizi fisici con il proprio cellulare. Il contapassi è in grado di misurare il numero di passi eseguiti dall’utente, quindi è di base. Questo rende ad esempio le stime sulle calorie consumate.
  • Pulsometro : complementare a quanto sopra, il monitor della frequenza cardiaca è chiaramente incaricata di misurare l’utente s’ frequenza cardiaca. Puoi farlo finché metti il ​​dito sul sensore che si trova sul retro del dispositivo, vicino alla fotocamera, in qualche fascia alta.
  • Sensore di impronte digitali : fino a pochi anni fa questi sensori non esistevano direttamente nei nostri telefoni, ma a poco a poco si sono ammaccati. Questa è un’interessante funzionalità di sicurezza che non dovremmo smettere di considerare. Oggi, quasi tutti di fascia alta e alcuni di fascia media, dispongono di un sensore di impronte digitali che consente solo al proprietario di sbloccare il dispositivo.

Bene, abbiamo detto quindi che tutti i precedenti sono i sensori che hanno una buona parte dei cellulari di oggi, anche se allo stesso modo dovresti sapere che è difficile conoscerne l’esistenza a meno che tu non abbia un’applicazione che è stata sviluppata con questo end. Ecco perché non possiamo smettere di raccomandare in questi casi il download di un’applicazione specifica come Sensors Kinetics , che ti informerà in un attimo di tutti i sensori che il tuo cellulare ha.

Scarica Sensors Kinetics per Android

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento