Galaxy Note 5 vs Galaxy Note 6: quali differenze ci saranno?

Se sei un seguace dei nostri articoli, avrai sicuramente visto che in più di un’occasione abbiamo recentemente fatto riferimento alle novità che sono note intorno a uno dei dispositivi più attesi dell’anno. Stiamo parlando del Galaxy Note 6 della gente di Samsung, che dovrebbe arrivare per continuare una delle famiglie mobili più importanti al mondo .

In effetti, va notato che quando si tratta di analizzare i migliori smartphone che dovrebbero essere lanciati qui entro la fine di quest’anno, troviamo il Galaxy Note 6 di Samsung come uno dei grandi rappresentanti su Android , oltre di quella che sarà la continuità della famiglia Nexus da un lato, e il rinnovamento del Motorola di fascia alta da Lenovo dall’altro con la sua Moto G.

In ogni caso, in questa occasione vogliamo analizzare tutti i dettagli relativi al Galaxy Note 6 ma in un modo completamente diverso, perché l’idea è quella di confrontarti non più con alcuni di quelli che saranno i tuoi principali rivali sul mercato, ma in realtà ti mettono di fronte di fronte al terminal che sta per accadere, il famoso Galaxy Note 5 , di cui abbiamo anche parlato considerando che in questo momento è uno dei tanti team che stanno ricevendo l’aggiornamento Android Marshmallow.

Per questo motivo, sebbene non sia uno dei nostri soliti comparativi, in questo articolo puoi trovare molti dei dettagli che sono stati menzionati sulle caratteristiche tecniche del Galaxy Note 6 di Samsung e su come il coreano avrebbe modificato gli elementi che sappiamo in anticipo quando si tratta della sua gamma di phablet, uno dei più ricercati del pianeta.

Galaxy Note 5 vs Galaxy Note 6: quali differenze ci saranno? 1

Voci sul Galaxy Note 6

Rimanendo in prima istanza con il protagonista dell’articolo, il Galaxy Note 6, dobbiamo dire che la maggior parte delle voci concordano sul fatto che le persone di Samsung aumenteranno le dimensioni del loro phablet stella. Cioè, il Galaxy Note 6 dovrebbe essere più generoso in termini di schermo e dimensioni rispetto al precedente Galaxy Note 5, e per questo potrebbe incorporare uno schermo di tipo Super AMOLED da 5,8 pollici , né più né meno.

Naturalmente, siamo consapevoli che questo non significherebbe un cambiamento molto importante, perché se prendiamo in considerazione che lo schermo del precedente Galaxy Note 5 era 5,7 pollici, anche ad occhio nudo sarà difficile osservare la differenza. In ogni caso, il Galaxy Note 6 avrà ovviamente anche una risoluzione QHD , che è la migliore che si ottiene massicciamente tra i dispositivi di fascia alta, con qualche eccezione da Sony e la sua Z5.

Per quanto riguarda la potenza del Galaxy Note 6 in seguito, dobbiamo dire che la maggior parte delle perdite coincide con il fatto che Samsung scommetterà in questa occasione per una delle due varianti classiche dell’azienda. Da un lato dovremmo avere un processore Snapdragon 823 della gente di Qualcomm , che non è né più né meno del naturale successore dello Snapdragon 820 che il Galaxy S7 coreano ha ad esempio, ma anche molti altri di fascia alta che sono stati presentati in questi mesi,

Galaxy Note 5 vs Galaxy Note 6: quali differenze ci saranno? 2

Quindi, avremmo una seconda versione del Galaxy Note 6 che sarebbe quella che incorpora il processore Exynos 8890 dell’Asia, ma in entrambi i casi la cosa interessante è che questo nuovo phablet sarà più veloce del suo predecessore. Dobbiamo ricordare, a questo proposito, che il Galaxy Note 5 è arrivato con un processore Exynos 7420 a otto core, che ovviamente non ha la stessa potenza del già citato Exynos 8890.

Allo stesso modo, ci sono pochi specialisti che credono che il Galaxy Note 6 segnerà un prima e un dopo per l’azienda coreana considerando che potrebbe essere il suo primo dispositivo con un massimo di 6 GB di RAM . Ciò ci consentirebbe di eseguire più applicazioni contemporaneamente senza subire i classici blocchi di Android, che dopo un po ‘di utilizzo possono farci odiare il cellulare.

A nostra volta, riteniamo che non sia affatto più chiaro di allora, il Galaxy Note 5, è arrivato senza uno slot per schede microSD che ci consentirebbe di aumentare la sua capacità di archiviazione interna. Per il Galaxy Note 6 tutto indica che ciò verrà risolto integrandolo, come è accaduto in effetti con il Galaxy S7, e in questo modo possiamo aumentare la sua ROM a 200 GB senza gravi inconvenienti .

Infine, per quanto riguarda la batteria, quasi tutti concordano sul fatto che il Galaxy Note 6 farà un passo avanti, lasciando indietro i 3000 mAh del Galaxy Note 5, per incorporare un 4000 mAh , molto più potente.

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies