Il mio Samsung è caduto in acqua, come posso ripararlo?

Negli ultimi anni, i produttori si sono sempre più interessati al lancio di dispositivi mobili che potrebbero resistere a condizioni un po ‘più estreme, come essere immersi in acqua o ricevere alcune gocce sullo schermo senza causare danni come nel passato Tuttavia, sappiamo che la maggior parte degli smartphone non dispone ancora di protezione o certificazione IP , ed è in questi casi che consigliamo in particolare di stare attenti quando ci troviamo in bagno, vicino a una piscina, ecc.

A questo dobbiamo aggiungere in seguito che sebbene ci siano molte aziende manifatturiere mobili, quella che più spesso vende in tutti i mercati del mondo è Samsung, ed è per questo che in questa occasione abbiamo voluto insegnarti a risolvere questi problemi nel modo più semplice e veloce possibile. Se hai un terminale Galaxy della gente di Samsung e si è bagnato, cercheremo di offrirti alcune delle soluzioni che crediamo dovresti prendere in considerazione, per farlo rivivere e causare il minor danno possibile.

Il mio Samsung è caduto in acqua, come posso ripararlo? 1

Prova di riparare un Samsung bagnato

Bene, se hai un dispositivo mobile Samsung Galaxy che è stato bagnato, la prima cosa che dovresti fare è rimuovere la batteria, anche se ovviamente sappiamo che non tutti i terminali dell’azienda coreana ci permettono di farlo. Se possibile, ti consigliamo di rimuoverlo il più uniformemente possibile, asciugarlo con un panno e, a sua volta, assicurati di non avere alcun tipo di lanugine o altro sporco che possa causare danni in quel momento in cui sostituiamo la batteria.

Nel secondo caso, una volta rimossa la batteria, il passaggio successivo ha a che fare con la ricerca di un contenitore abbastanza grande, sufficiente per consentire allo smartphone di inserirlo e riempirlo con riso crudo, posizionando il dispositivo nel riso, coprendolo se possibile . La verità è che il riso è in grado di recuperare l’umidità rimasta nell’apparecchiatura ed è una soluzione molto migliore rispetto a gettare calore con un essiccatore o cose in modo che alla fine non facciano altro che comprometterne il funzionamento.

Per quanto tu sia ansioso perché il tuo dispositivo funziona di nuovo, devi tenere presente che devi concedere circa 48 ore fino a quando non possiamo rimuoverlo dal riso, in modo che possa fare il suo lavoro e, come sempre, qui è conveniente non imbrogliare più Possiamo pagarlo troppo costoso. Quando lo riaccendiamo, ciò che consigliamo è sempre di pulire tutto con un panno, sia la batteria che lo spazio in cui si trova, quindi riavviarlo .

La cosa normale è che se sei stato attento e non hai provato a usare il telefono bagnato, ci sono buone probabilità che il riavvio inizi a funzionare come dovrebbe, anche se è anche vero che in alcuni casi potremmo non essere in grado di recuperare la sua vita. In effetti, dobbiamo dire che se l’apparecchiatura è caduta in acqua salata come acqua di mare o acqua sporca, potrebbe essere necessario portarla direttamente al produttore o all’operatore , per provare a restituirla ai professionisti.

Sei riuscito a recuperare il tuo Samsung bagnato con questo trucco?

Categorie Samsung
 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento