Scandisk, come correggere gli errori del disco

Da alcuni anni i sistemi operativi Windows sono dotati di un programma chiamato Scandisk installato. È un software di analisi che consente una ricerca intensiva sul disco rigido per rilevare errori ed eseguire la deframmentazione necessaria per la corretta velocità di lettura e scrittura.

Scandisk, come correggere gli errori del disco 1

Scandisk Windows 7 ha cambiato nome, ma la funzione rimane la stessa. In questo caso si chiama Check Disk, ma la procedura è la stessa e le funzioni non sono state minimamente modificate. Vi diciamo quali sono i passaggi da seguire in modo da poter eseguire una scansione del disco (scansione del disco) e assicurarsi che il computer funzioni ottimizzato.

Scandisk, a cosa serve e come funziona

La procedura per creare un disco di scansione nelle versioni di Windows precedenti a Windows 7 prevede 6 passaggi . Prima di tutto devi accendere il computer. Una volta acceso, fai clic sull’icona Risorse del computer e seleziona il disco rigido che vogliamo controllare. Nel nostro esempio useremo il disco C:.

Con il tasto destro del mouse sul disco C: scegliamo l’opzione Proprietà nel menu a discesa e apriamo la scheda Strumenti. Nella sezione Controllo errori, nella scheda Strumenti, confermiamo l’attivazione di Scandisk facendo clic su Cerca ora. Apparirà un avviso di sicurezza, facciamo clic su OK e selezioniamo l’opzione per riparare automaticamente gli errori del file system.

Una volta confermati questi passaggi, il programma avvia una scansione completa del disco rigido e corregge i diversi errori che possono apparire . Attraverso Scandisk possiamo riparare i tipici errori del sistema di archiviazione e archiviazione dei dati, ottenendo così un consumo più efficiente dello spazio di archiviazione del nostro computer.

Scandisk, come correggere gli errori del disco 2

Scandisk Windows 7

Dopo il successo di Windows XP, considerato da molti utenti uno dei migliori sistemi operativi di Microsoft, Windows 7 è arrivato e ha apportato notevoli cambiamenti. Uno di questi era la rimozione dell’applicazione Scandisk. Tuttavia, è ancora possibile eseguire analisi e riparazioni del file system di Windows 7. Quello che succede è che Scandisk ha cambiato nome.

La procedura segue passaggi quasi identici, ma Scandisk non viene più menzionato in qualsiasi momento, invece parliamo di Check Disk, ma l’obiettivo è lo stesso. Quello che faremo è aprire Esplora risorse, fare clic con il tasto destro sull’icona dell’unità che vogliamo analizzare (C: ad esempio) e selezionare l’opzione Proprietà dal menu a discesa.

Quindi nella scheda Strumenti sceglieremo l’opzione Controlla ora. In questo modo inizia l’analisi approfondita del nostro disco di archiviazione. Scandisk Windows 7 ha un altro nome, ma la funzione e la sua attivazione sono tecnicamente identiche a quelle di XP.

In questo modo gli utenti possono eseguire una procedura rapida e specifica che è responsabile del rilevamento degli errori sul disco e della loro correzione . Inoltre, possiamo unire questo strumento alla deframmentazione per aumentare la velocità della posizione dei file e salvarli sul disco del nostro computer.

Categorie altrui
 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento