Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare?

Forse le informazioni che portiamo oggi sono più remote dall’utente medio di Internet perché parleremo di un elemento di cui non deve tener conto durante la navigazione. Parliamo di server DNS , un servizio ombra ma che è necessario per godere del metodo di query nella rete così semplice che abbiamo oggi.

I server DNS aiutano il nostro team a dover effettuare meno query e procedure quando accedono alle diverse pagine Web esistenti.

Vuoi scoprire come? Lo spiegheremo di seguito spiegandoti tutto sui server DNS, dalla loro origine alle loro parti, su come configurare il tuo dispositivo per usarli e molto altro.

Che cos’è il DNS ea cosa serve? Definizione ed esempi

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 1

DNS sta per Domain Name System , che in spagnolo significa Domain Name System . Questo concetto ci fa già molto progredire su ciò che troveremo in questa risorsa, che non è altro che, in parole povere, un sistema di nomenglature decentralizzate di struttura gerarchica che raccoglie informazioni sulle reti .

Il suo interesse principale è che trasforma i domini in IP e viceversa , fornendo tali informazioni a chiunque effettui la query. Pertanto, quando fai una domanda su un dominio, ci offre l’IP a cui è collegato, cioè al nome che il sito ha in linguaggio informatico, che è ciò di cui abbiamo veramente bisogno per accedervi.

Al contrario, saprà anche come esprimere il dominio che dobbiamo trovare in base a un determinato IP. Inoltre, raccoglie altre informazioni meno ricorrenti. Un server DNS ha un immenso database che i nostri sistemi si consultano quando hanno bisogno di conoscere l’IP di un sito Web (piuttosto di un dominio) per accedervi.

In sostanza, sebbene abbia più funzioni, tutte relative alle informazioni del dominio, il server DNS è un elemento che traduce il nome di un dominio per fornirci il suo indirizzo di computer e, con esso, possiamo accedere al sito in questione.

I componenti di qualsiasi sistema DNS sono:

  • Fase client 1 : questo è un programma client eseguito sul computer dell’utente che è responsabile della generazione delle richieste di risoluzione dei nomi al server responsabile della loro risoluzione.
  • Server DNS : sono quelli che risolvono le richieste. Esistono server finali e altri che sono ricorsivi e che possono inviare la richiesta a un altro server in caso non dispongano delle informazioni necessarie.
  • Zone di autorità : parte del luogo destinata a memorizzare le informazioni di un dominio che è sotto la responsabilità di un server. Di solito, sono definiti come sottodomini del dominio primario.

fonte

Possiamo dire che l’ origine del DNS sono i file HOSTS, che sono quelli che hanno mantenuto i domini che erano noti per un facile accesso ad essi . Tuttavia, la crescita di Internet ha reso la sua query cessata di essere praticabile nel 1983 , quando ha dovuto trovare un’altra soluzione: il sistema dei nomi di dominio.

Consigliato per te:Come bloccare contatti e indirizzi nella posta Gmail ed evitare lo SPAM? Guida passo passo

storia

È alla fine di quell’anno che lo scienziato informatico Jon Postel decide quale sarebbe il primo approccio ai server DNS oggi . Funziona da un anno con Paul Mockapetris per realizzare due pubblicazioni con lo sviluppo dell’idea, i miglioramenti e i progressi, cercando di raggiungere qualcosa di molto simile all’attuale concetto che abbiamo oggi di questa risorsa.

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 2

L’inizio del progetto includeva diversi server che erano schiavi e un altro che serviva come insegnante e ai quali gli altri si collegavano, periodicamente, per confermare che le informazioni non erano cambiate o per aggiornarle se lo avessero fatto.

Questo metodo di lavoro ha funzionato per un intero decennio, proseguendo, quindi, per apportare alcune modifiche al protocollo, che sono state progettate in modo da aggiornare le informazioni più spesso. Questi includevano l’inclusione di NOTIFY e IXFR , sistemi per l’invio di informazioni da parte del server principale e una notifica rispettivamente delle modifiche dei record.

Di seguito sono riportati cambiamenti minori e molto ravvicinati nel tempo che includono un metodo migliore di modifiche per gli amministratori, una modernizzazione del sistema basata su meccanismi di estensione e l’introduzione di nomi di dominio internazionalizzati.

Zone DNS

È nota come zona DNS per il supporto (foglio) in cui si trovano le informazioni disponibili per ciascun dominio . È un file di formato speciale , che serve a consentire al server DNS di interpretare correttamente i dati che vi sono inseriti.

Record DNS

I record sono codici o leggende che ci dicono il tipo di informazioni che stiamo vedendo in ogni zona DNS.

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 3

Questi sono:

  • A : Indirizzo. Converti i nomi dei server host in indirizzi IPv4.
  • AAA: indirizzo. Per l’uso nel protocollo IPv6, è, come nel caso precedente, il registro utilizzato per effettuare la modifica da un server di hosting a, in questo caso, un indirizzo IPv6.
  • CNAME: nome canonico. Viene fornito per la creazione di host aggiuntivi nei momenti in cui diversi servizi vengono eseguiti sullo stesso IP, in modo che ciascuno dei servizi abbia una voce DNS e quando più server HTTP sono in esecuzione sullo stesso server. alloggio.
  • NS: server dei nomi. Definirai l’associazione tra nomi di dominio e server di archiviazione dei nomi per le loro informazioni. Non esiste un limite di associazione del server per ciascun nome.
  • MX: scambio di posta. L’associazione è fatta, in questa occasione, tra il nome di dominio e l’elenco dei server per lo scambio di posta per quel dominio in questione.
  • PTR: indicatore o registro inverso. Ci dà il nome di dominio conoscendo un IP, cioè è il processo inverso alla registrazione A. Il suo utilizzo viene fatto quando si lavora sul file di configurazione di quella che è la zona DNS inversa.
  • SOA: Autorità della zona. Ci fornisce informazioni sul DNS principale dell’area della query.
  • SRV: registrazione delle risorse del servizio. Indicativo dei servizi che verranno offerti con un dominio in questione.

Consigliato per te:Come eseguire il ping di un indirizzo IP o di una pagina Web per verificarne la disponibilità? Guida passo passo

Come funziona un servizio DNS su Internet?

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 4

La descrizione del concetto ci fornisce già, di per sé, un ottimo riassunto del funzionamento di questo processo: un dominio con nome (solo con lettere o anche numeri inclusi) viene tradotto come un indirizzo IP, che include solo numeri , diviso in quattro blocchi o sezioni. Tuttavia, possiamo andare un po ‘più a fondo per sapere come viene eseguito questo processo.

Prima di tutto, è interessante ricordare che, in generale, non effettuiamo una connessione diretta a un server DNS ma che il nostro sistema progetta una cache in cui sono memorizzati i nomi di dominio e i loro IP corrispondenti , in modo che quando vogliamo accedere Su questi siti, abbiamo già il tuo identificatore sulla rete senza consultarlo su un server.

Ciò significa che quando si digita un dominio nella barra del browser, prima di passare a un DNS, il sistema esegue un controllo nella cache locale per vedere se abbiamo già memorizzato l’IP corrispondente. In tal caso, viene stabilita una connessione remota senza la necessità di nient’altro , com’è, per scopi pratici, come se stessimo inserendo l’IP direttamente nella barra.

“AGGIORNATO ✅ Devi modificare il DNS su Windows, Mac, Linux, Android o iOS e non sai come? ⭐ ENTRA QUI ⭐ e scopri come farlo do FACILE e VELOCE ✅”

Nel caso in cui queste informazioni non vengano memorizzate nella cache quando le nostre apparecchiature devono connettersi a un server DNS, fare una richiesta per il servizio ISP e, quindi, ottenere l’IP in questione. Questo succede quando visitiamo un sito per la prima volta o se abbiamo svuotato la cache.

Il server DNS a cui ci connettiamo in modo predefinito è quello offerto dal nostro fornitore di servizi Internet . Tuttavia, puoi informarti su quelli esistenti sul mercato, sia gratuitamente che a pagamento, e, in base alle tue preferenze e priorità, connettersi al server di tuo interesse; devi semplicemente cambiare il DNS a cui ti connetti.

Come modificare il DNS su qualsiasi dispositivo?

Ovviamente, abbiamo sempre la possibilità di provare un altro DNS che ci offre qualcosa di più o di meglio. Per fare ciò, dobbiamo semplicemente apportare alcune semplici modifiche al nostro dispositivo, sempre in base al sistema operativo in uso.

Su windows

Per farlo su computer e tablet Windows:

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 5

  • Vai al pannello principale.
  • Digita ” Pannello di controllo ” nella barra di ricerca .
  • Accedi a questo; Ha un’icona del pannello evidente.
  • Ora vai su ” Reti e Internet “.
  • Da qui, inserisci « Centro connessioni di rete e condivisione «,
  • Troverai, nella parte superiore, il tipo di connessione che stai utilizzando in questo momento dopo « Connessioni: «. Premilo.
  • Si aprirà una nuova finestra. Fare clic sul pulsante « Proprietà «, con il simbolo dell’amministratore.
  • Quindi, fai clic sul protocollo che intendi modificare , che sarà TCP / IPv4.
  • Ora fai clic sul pulsante ” Proprietà ” sotto gli elementi.
  • In questa nuova finestra hai già la possibilità di inserire gli indirizzi DNS che meglio si adattano al punto ” Usa i seguenti indirizzi di server DNS “, che devi selezionare.
  • Quando scrivi gli indirizzi che preferisci, fai clic su «Accetta».

In macOS

Per fare lo stesso in macOS, il processo è identico, ma, ovviamente, considerando i diversi menu di questo sistema operativo:

Consigliato per te:Diagnosi di rete: cos’è, a cosa serve e come vengono eseguite queste analisi al computer?

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 6

  • Vai a ” Preferenze di Sistema “.
  • Da qui inserire « Rete «.
  • Ora devi inserire le opzioni avanzate facendo clic su « Avanzate «.
  • Tra le varie schede che verranno visualizzate nell’area superiore, fai clic su ” DNS ” per accedere alle sue opzioni.
  • Nella casella ” Server DNS ” è presente un pulsante “+” per aggiungere server; premilo.
  • Devi solo aggiungere gli indirizzi che vuoi usare.
  • Premere « Accetta » per salvare le modifiche.

Su Linux

Nel caso in cui usi Linux, quello che devi fare è:

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 7

  • Fai clic sull’icona delle connessioni che hanno nella barra in alto.
  • Dall’opzione a discesa, selezionare ” Modifica connessioni ” alla fine.
  • Nella nuova finestra che si apre dovrai selezionare la connessione da modificare.
  • Quindi, fai clic su ” Modifica ” a destra.
  • La nuova finestra include la scheda « Impostazioni IPv4 ; È quello che devi premere.
  • Ora dovrai inserire l’indirizzo che desideri utilizzare nella casella ” Server DNS “.
  • Per salvare le modifiche clicca su « Salva «.

Su Android

Se hai un telefono con il sistema operativo Android, devi:

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 8

  • Vai al menu « Impostazioni «.
  • Inserisci ” Rete e Internet “, ” WiFi e reti ” o simili.
  • Ora, in particolare in « WiFi «.
  • Mantenere l’unità sulla rete da cui modificare il DNS.
  • Vedrai l’opzione ” Modifica rete “; premilo.
  • Ora inserisci ” Opzioni avanzate “.
  • Vai su ” Impostazioni IP “.
  • Scegli « Statico «.
  • Dovrai inserire gli indirizzi DNS primario e secondario.
  • Infine, fai clic su « Salva «.

Su iOS

Vediamo un processo identico nel passaggio dei dispositivi iOS. Questo include:

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 9

  • Vai su « Impostazioni «.
  • Inserisci le opzioni ” WiFi “.
  • Fai clic sulla piccola icona della «i» blu sulla destra.
  • Scegli « Impostazioni DNS «.
  • Abbiamo l’opzione «Automatico»; Lo cambieremo in “Manuale” . Se in qualsiasi momento questo processo è stato eseguito in precedenza, vedrai che appare come tale.
  • Ora fai clic su ” Aggiungi server “.
  • Inserisci l’ IP principale .
  • Fai di nuovo clic suAggiungi server “.
  • Inserisci l’ IP secondario .
  • Premere il tasto « Salva «.

Come sapere quale DNS abbiamo installato sul nostro computer?

Per vedere il DNS a cui siamo connessi in un modo predeterminato, dobbiamo solo eseguire i passaggi precedenti che abbiamo visto per modificare il DNS. Prima di farlo vedrai, chiaramente, quello che hai assegnato. Se vuoi farlo direttamente perché vuoi solo fare la query, puoi farlo dal terminale del tuo sistema operativo.

Server DNS; Cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori da usare? 10

Su windows

  • Apri la tua console digitando ” cmd ” nella barra di ricerca del pannello iniziale.
  • Immettere « Prompt dei comandi «. Apparirà una schermata nera, la tua console MSDOS.
  • Immettere il comando « ipconfig «, senza virgolette.
  • Premere « Invio «. Verranno visualizzate diverse linee di informazioni, inclusi gli IP utilizzati dal computer e che sono ” Indirizzo IPv4 “, ” Maschera sottorete ” e ” Gateway predefinito “.

Consigliato per te:Come registrare video di YouTube da qualsiasi dispositivo co
e senza programmi? Guida passo passo

In macOS

  • Apriremo la console MSDOS andando su « Start «, premendo « Execute » e « cmd «.
  • All’interno della schermata nera dovrai digitare il comando ” ipconfig / all “, senza virgolette.
  • Premere il tasto « Invio «. Troverai informazioni come ” IP primario “, ” Maschera di sottorete “, ” Gateway predefinito ” e ” Server DNS ” a cui ti colleghi.

Su Linux

Come nei casi precedenti, dovresti solo:

  • Apri la console o il terminale premendo Alt + F2 .
  • Immettere il comando « ifconfig «, senza inserire virgolette. Linux ci mostra molte informazioni, ma dovresti guardare quelle figure che accompagnano il testo ” inet “.
  • Se vuoi solo vedere questo, inserisci il comando « sudo ifconfig | grp inet «, senza virgolette.

Quali sono i migliori server DNS alternativi, pubblici e gratuiti che possiamo usare?

Se quello che stai cercando è una soluzione alternativa pubblica e gratuita ai più noti, possiamo proporne alcuni.

OpenDNS

  • Proprietario : Cisco
  • IP primario : 208.67.222.222
  • IP secondario : 208.67.220.220
  • Caratteristiche : molto grande, importante e conosciuto. È pagato ma troviamo una versione gratuita più limitata ma comunque molto veloce, con piena disponibilità, siti Web di imitazione auto-bloccati e l’opzione di controllo parentale.

DNS pubblico di Google

  • Proprietario : Google
  • IP primario : 8.8.8.8
  • IP secondario : 4.4.4.4
  • Caratteristiche : ideale per coloro che hanno appena scoperto cos’è un DNS e a cosa serve. Come previsto, la privacy non è il tuo punto di forza.

Cloudflare

  • Proprietario : Cloudflare
  • IP primario : 1.1.1.1
  • IP secondario : 1.0.0.1
  • Caratteristiche : è un servizio di base incentrato su aspetti quali velocità, prestazioni e privacy , mantenendo il tuo IP sicuro e non utilizzando i tuoi dati in relazione ai processi pubblicitari.

Norton ConnectSafe

  • Proprietario : Norton
  • IP primario : 199.85.126.10
  • IP secondario : 199.85.127.10
  • Funzionalità : si basa sul blocco automatico di qualsiasi sito fraudolento, malware o phishing . Inoltre, ha diversi filtri per fare lo stesso con altri tipi di web. Le informazioni utilizzate per coprire i contenuti provengono dall’azienda stessa, principalmente da ciò che il suo antivirus rileva, analizza e risolve.

Quad9

  • Proprietario : IBM
  • IP primario : 9.9.9.9
  • IP secondario : 149.112.112.112
  • Funzionalità : il blocco di domini dannosi viene eseguito da un’intelligence che raccoglie informazioni ottenute da fonti private e pubbliche. Inoltre, si comporta bene ed è veloce.

Comodo Secure DNS

  • Proprietario : Comodo
  • IP primario : 8.26.56.26
  • IP secondario : 8.20.247.20
  • Caratteristiche : il suo obiettivo principale è il blocco delle pagine dannose e di quelle con un grande volume di pubblicità e persino spyware , un tipo di malware per la raccolta dei dati.

Yandex.DNS

  • Proprietario : Yandex
  • IP primario : 77.88.8.8
  • IP secondario : 77.88.8.1
  • Caratteristiche : ha indirizzi “sicuri” speciali per bloccare siti Web dannosi (77.88.8.88 e 77.88.8.2) e DNS “Family” , che fanno lo stesso con i contenuti per adulti (77.88.8.7 e 77.88.8.3)

Elenco di server DNS pubblici

  • Proprietario : Digineo
  • Funzionalità : in questa occasione, non stiamo parlando di un server ma di un luogo in cui sono elencati un numero di server DNS pubblici , con i relativi dati sulla posizione, versione del software, ultima connessione, stato, grado di affidabilità e l’opzione di ricerca per paesi.

In caso di domande, lasciarle nei commenti, ti risponderemo al più presto e sarà sicuramente di grande aiuto per più membri della community. Grazie!

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento